Dagal Creations 

Click here to edit subtitle

Procedimento 


Adagiare la padella sul fuoco, aggiungere lo zucchero e le zeste di agrumi, aspettare che lo zucchero caramellizzi e procedere aggiungendo le noci di burro e di seguito il succo di mandarini e i tortelloni.

Lasciar cuocere per circa 3 minuti e flambare con il Mandarinetto Isolabella. 

Servire in un piatto fondo adagiando i 3 tortelloni formando un fiore, di seguito versare il gazpacho caldo di frutti rossi al centro del piatto, posizionare sui tortelloni gli anelli di croccante di nocciole, un ventaglio di pere e dei ribes rossi.



Vino Abbinato :


Moscato di Baselice Passito di Montagna 2017 IGP Cantine Masseria Frattasi





Ingredienti per cinque Persone :


  • 15 Tortelloni (25 gr. cadauno circa) ripieni di Ricotta di Bufala, Pere e scaglie di Fondente   

  • Scorzette di Limoni e Arance Bio q.b.

  • 45 gr. di Zucchero di Canna grezzo

  • Due noci di Burro di Bufala 

  • 120 ml circa di Spremuta di Mandarini  Bio

  • Mandarinetto Isolabella 

  • Ml 150 di Gazpacho di Mirtilli e Lamponi

  • Croccante di Nocciole q.b.

  • Ribes rossi q.b.

  • Pere q.b.



Tortelloni

Ingredienti per cinque Persone :


Sfoglia


  • 150 gr. di Farina tipo 00

  • 2 Uova intere

  • 1 pizzico di Sale

  • 15 gr. di Zucchero


Ripieno


  • 150 gr. di Ricotta di Bufala Campana

  • 100 gr. di Pere a dadini sbollentate

  • Scaglie di Cioccolato Fondente

  • 30 gr. di Zucchero


Preparazione dei Tortelloni


Setacciare la farina e unirla alle uova, al sale e allo zucchero.

Impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.

Formare una palla e lasciarla riposare per 30 minuti circa coperta da una pellicola per cucina.

Una volta trascorso il tempo prestabilito, dividere l’impasto in panetti più piccoli e lavorarli uno alla volta.

Spolverarli con la farina e appiattirli con il mattarello o con la macchina sfogliatrice.

Raggiunto lo spessore desiderato, stendere la sfoglia sul tavolo e ritagliare dei quadrati di circa 12 x 12 cm e mettere al centro una cucchiaiata di ripieno.

Piegare in 2 formando un triangolo, unire i 2 lembi premendo bene per saldarli e ripiegare all’insù la punta opposta del triangolo in modo da formare il tortellone.

Infine, lasciare asciugare i tortelloni su di un canovaccio pulito prima di cuocerli.


Preparazione del Ripieno


Setacciare la ricotta, aggiungere lo zucchero e mantecare il tutto fino ad ottenere un composto liscio e vellutato, dopodichè aggiungere le pere a dadini e le scaglie di fondente.


Cottura dei Tortelloni


In una pentola versare del latte leggermente zuccherato e portarlo ad ebollizione, aggiungere i tortelloni e lasciarli cuocere per 5 minuti circa.


Limone


Il limone (Citrus limon) è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rutaceae

Il nome comune limone si può riferire tanto alla pianta quanto al suo frutto.

Secondo alcuni studi genetici, il limone è un antico ibrido, probabilmente tra il pomelo e il cedro, ma da secoli è una specie autonoma, la quale si riproduce per innesto e talea.




Arancia


L'arancio (Citrus sinensis) è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rutacee, il cui frutto è l'arancia (detta nell'uso corrente anche "arancio", come l'albero), talora chiamata arancia dolce per distinguerla dall'arancia amara

È un antico ibrido, probabilmente fra il pomelo e il mandarino, ma da secoli cresce come specie autonoma e si propaga per innesto e talea.



Mandarino


Il mandarino (Citrus reticulata) è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rutaceae..

Il nome mandarino si può riferire tanto alla pianta, quanto al suo frutto

Deriva dalla Cina tropicale ed è uno dei tre agrumi originali del genere Citrus assieme al cedro ed al pomelo

Nel 2014, un lavoro scientifico ha chiarito la complessa sistematica degli agrumi definendo come tutti gli agrumi derivino da tre sole specie (mandarino, pomelo e cedro).

Il mandarino ha certo acquistato importanza storica, in quanto si tratta dell'unico frutto dolce tra i tre originali. 

Da incroci con il mandarino si sono sviluppati quasi tutti gli agrumi che oggi conosciamo (es. limone, lime, arance).

Con successive ibridazioni e selezioni poi il mandarino ha originato moltissime cultivar di grande importanza commerciale, tra cui la clementina in cui il gusto amaro tipico delle prime specie si è stemperato in particolare incrociandolo con il pomelo.




Burro di bufala




Il burro di bufala è un burro ottenuto per operazione meccanica direttamente dalla lavorazione del latte di bufala o dal siero proveniente dalla lavorazione della mozzarella e degli altri prodotti lattiero caseari a base di latte di bufala.

La forma è variabile, solitamente cilindrico – allungata; le pezzature adoperate sono da 125 g fino a 5.000 g, altre pezzature possono essere adoperate per usi diversi dal consumo diretto.

La composizione chimica (x 100 gr di prodotto), è in media la seguente: acqua 18 g, proteine 0,65 g, grassi 83 g; valore energetico 770 Kcal. La percentuale di grasso sulla sostanza secca è di almeno l'82%. Va conservato a 4 °C.



Croccante di Nocciole


A fuoco basso in un pentolino versare lo zucchero semolato e dell’acqua, mescolare di tanto in tanto facendo sciogliere lo zucchero fino a quando diventerà di un bel colore ambrato.

Unire la granella di nocciole e mescolare bene per amalgamarla al caramello.

Versare il composto su una teglia ricoperta con carta forno o su di un piano di marmo, assottigliare il composto dandogli lo spessore desiderato usando una spatola o un mattarello.

Fare intiepidire il croccante per qualche minuto e prima che indurisca definitivamente tagliarlo per ottenere la forma desiderata.

 

 

Ricotta di Bufala



La ricotta di bufala è un prodotto ottenuto dal siero di latte di bufala, ossia dalla parte liquida che durante la produzione dei formaggi di bufala si separa dalla cagliata. 

La ricotta di bufala non è, quindi, un formaggio, ma un latticino. 

Ne esiste anche una DOP (denominazione di origine protetta): si tratta della ricotta di bufala campana, prodotta durante la lavorazione della mozzarella di bufala campana DOP.





Moscato di Baselice Passito di Montagna 2017 IGP

Cantine Masseria Frattasi



Il moscato di Baselice viene raccolto in una vigna ad alberello a 700 metri di altezza. 

Un’agricoltura estrema, pochi grappoli, una materia prima con eccezionali valori.

L’appassimento delle uve nei fruttai all’aperto dura fino a Natale.

Il mosto fiore ottenuto dalla pigiatura viene conservato in barriques di rovere Troncais per 12 mesi a cui seguono l’imbottigliamento e altri 12 mesi di affinamento in bottiglia.

E’ una grande sfida la coltivazione del moscato di montagna, basse rese, appassimento nei fruttai con cernita grappolo per grappolo, da 40 quintali di uva otteniamo 2 sole barriques.



Denominazione: Beneventano IGP

Zona Produttiva: Montesarchio (BN)

Uve: Moscato Bianco 100%

Colore: Giallo oro

Odore: Regala all’olfatto sentori di albicocche, mele mature e miele, evolvono poi su note floreali di ginestra e acacia.

Sapore: Al palato si presenta pieno, molto fresco grazie alla mineralità spinta e persistente.

Invecchiamento: Maturazione in barriques di rovere Troncais per 12 mesi a cui fanno seguito altri 12 mesi di riposo in bottiglia.

Gradazione alcolica: 16% vol.

Temperatura di Servizio: 14 - 16° C

Mandarinetto Isolabella


 

Mandarinetto Isolabella, è un distillato prodotto con un infuso, in alcol puro, di scorze ed essenza dei mandarini più fragranti, maturati sotto il sole mediterraneo.

Colore rosso arancio brillante, accarezza l’olfatto con nitidi ed intensi aromi di mandarino maturo veicolati dalle leggere note eteree dell’alcol. 

Morbido, dolce e fragrante con netti rimandi agrumati e bella persistenza aromatica.